Condividi quest'articolo!

Si è conclusa alle 23 di ieri sera la sessione estiva di calciomercato per le squadre italiane. Il Crotone, nelle ultime ore, ha fatto registrare la cessione di tre giovani (Dozi, Voltan ed Esposito) a fronte di un unico arrivo rappresentato da Budimir, attaccante croato proveniente dalla Serie B Tedesca. Presentiamo i movimenti di mercato, associati a dei voti che sono espressi da pareri totalmente personali: per tanto, sono giudicabili e non verità assolute.

Portieri – 7

Il voto è fortemente influenzato dalla conferma di Cordaz: il portiere, già a Crotone nella seconda metà della scorsa stagione, ha ampiamente ripagato la fiducia data dalla nostra dirigenza ed il suo acquisto, a titolo definitivo, può tranquillamente rappresentare un gran colpo. Esperienza e carisma al servizio della squadra: erano anni che non si poteva contare su un portiere del suo calibro.

Il reparto è completato dagli arrivi di Marco Festa, già a Mantova con Juric: il ragazzo (23 anni) nella passata stagione ha totalizzato 29 presenze subendo 25 reti, dimostrando così di poter essere una seconda scelta affidabile. Il terzo portiere, arrivato nelle ultime ore nella serata di ieri, è Luca Maniero: 20 anni, con un passato nell’Inter e nel Padova, arriva a titolo definitivo dal Pordenone: 8 presenze lo scorso anno. Un po’ poche, ma come terzo portiere può andar bene, considerando anche la sua giovane età.

Difensori – 6

Il reparto ha visto diversi innesti che vanno a completare ciò che già c’era l’anno scorso. Confermato Claiton, sempre più leader, ad affiancare il nuovo capitano rossoblù saranno Gian Marco Ferrari e Yao. Il primo arriva a titolo definitivo dal Parma, fallito, dopo la sua esperienza positiva vissuta l’anno scorso proprio qui a Crotone: di sicuro può essere considerata una buona conferma. Il secondo, invece, arriva in prestito dall’Inter: 19 anni e perno dela retroguardia nerazzura primavera, è estremamente fisico e veloce. E’ stato convocato stabilmente dalla nazionale Under 17 della Costa d’Avorio, dove ha totalizzato 8 presenze condite da una rete. Alla prima esperienza tra i professionisti, è una scommessa e soltanto il tempo potrà rivelare quanto possa essere azzeccata.

Martella, Cremonesi, Zampano, Balasa e Modesto sono stati confermati: forse si poteva fare qualcosina in più per trovare degli esterni propositivi ma forse, grazie al cambio di modulo imposto da Juric che preferisce giocare con una difesa a 3 supportata da 4 centrocampisti, questa necessità può essere tamponata in modo diverso. Sono arrivati Jacopo Galli, dal Pontedera, Luca Bruno (che però sarà aggregato alla primavera), dal Brescia e Alessio Sabbione. Menzione speciale per l’ultimo: può giocare sia in una difesa a tre che in un centrocampo a quattro. Potenzialmente può essere un grande acquisto data la sua versatilità: sperando che non si faccia distrarre da eventi extracalcistici.

Il mercato in difesa potrebbe essere considerato sufficiente: poteva arrivare un centrale di esperienza ed invece giocheranno le solite scommesse. Il punto di forza potrebbe essere nella conferma della maggior parte degli interpreti dell’anno scorso, ora molto più amalgamati rispetto al passato. Per ora, in due gare ufficiali il Crotone non ha preso gol: è presto per festeggiare ma è un buon punto di partenza. Sabbione potrà fare la differenza.

Centrocampisti – 5,5

Le perdite di Maiello e Dezi sono pesanti. Specialmente il primo, anche se il Crotone è risucito a ricavare un’ottima cifra dalla sua vendita. Sono arrivati a sostituirli due centrocampisti del Varese, l’anno scorso retrocesso: Leonardo Capezzi ed Andrea Barberis. Sono giocatori che già conoscono la categoria e non possono essere etichettate come vere scmmesse: il primo è un regista, conosciuto come futura promessa del calcio dagli addetti ai lavori; il secondo invece fa dell’intensità il suo stile di gioco ed è in grado di portare dinamismo in mezzo al campo. Quello che, nella passata stagione, è un po’ mancato alla nostra mediana.

E’ anche arrivato Matteo Paro e questo è un ritorno: la sua prima esperienza in rossoblù è nella memoria di tutti e noi abbiamo imparato a conoscerlo molto bene. Anche lui regista, è stato sfortunato nel corso della sua carriera: troppi infortuni ne hanno limitato l’esplosione e non è mai riuscito a raggiungere l’apice che meritava. Non sarà in grado, fisicamente, di disputare tutte le partite: sarà un ottimo ricambio. Confermato, invece, Aniello Salzano.

Anche in questo reparto c’è la sensazione che si poteva fare qualcosa in più: si ripete il discorso su Sabbione, capace di dare una mano anche in qui. Si poteva spendere qualcosina in più (dopo aver ricevuto quasi 2 milioni con le cessioni…) per avere un centrocampista affermato: reputiamo, comunque leggermente al di sotto della sufficienza quanto fatto. Non è una punizione, il Crotone ha fatto delle scelte e queste devono guadagnarsi la conferma: definire, prima dell’inizio del torneo, grandi colpi quelli fatti a centrocampo è ancora presto.

Attaccanti – 5,5

L’arrivo di Stoian a titolo definitivo è molto importante: il contratto triennale siglato testimonia quanto la società punti su questo calciatore, le quali qualità non si discutono. Ricci, De Giorgio e Torromino sono stati confermati: buoni panchinari ma non titolari in grado di aiutare la squadra a raggiungere l’obiettivo salvezza. Per quanto riguarda la punta centrale, sono arrivati Tounkara e Budimir: il primo, in prestito dalla Lazio, ha fatto vedere cose straordinarie nel campionato primavera e si spera che riesca a confermarsi anche tra i cadetti. Il secondo è stato scelto da Juric: croato come il nostro allenatore, in patria viene conosciuto come l’erede di Mandzukic per le sue abilità. Molto forte fisicamente, ha sempre fatto molte reti: o, almeno, fino alla scorsa stagione dove con il St. Pauli in Serie B Tedesca non è riuscito a trovare la via del gol in tutta la stagione. Può capitare, speriamo che il momento negativo sia passato. La terza punta è Marco Firenze, arrivato dal Sesti Levante: scuola Parma, avendo giocato solo in Serie D è un vero e proprio azzardo.

Le conclusioni – Voto generale: 6

Voto basso per l’attacco, tenuto su soltanto dall’operazione Stoian: per tutto il resto, bisogna aspettare l’inizio del campionato. Oppure, portateci Bidaoui ed il voto complessivo si alzerà immediatamente. Bene i portieri, reparto che consideriamo sistemato anche per gli anni a venire. In difesa e centrocampo sono da segnalare diverse operazioni: quest’anno il Crotone ha messo sotto contratto diversi calciatori offrendo loro triennali, segno che c’è un progetto ed un’idea di programmazione da parte della società.Davanti, l’impressione è che ancora manchi qualcosina per poter considerarsi completi al 100%.

News Reporter
Sono l'amministratore di questo portale e curo tutto ciò che riguarda la programmazione. Da sempre ho la passione per il calcio ed il Crotone: per questo motivo ho scelto di aprire Kroton Page, affinché potessi condividere questo grande amore con tutti voi lettori.