Definire incoraggiante la sconfitta di Cagliari significa essere miopi sognatori
02/10/2016
Simone Gentile (768 articles)
0 comments
Share

Definire incoraggiante la sconfitta di Cagliari significa essere miopi sognatori

Definire incoraggiante la sconfitta di Cagliari significa essere miopi sognatori. Questo è quanto mi sento di dire dopo che il Crotone ha raccolto la sesta sconfitta in campionato su sette gare disputate, nonostante secondo Vrenna e Nicola “il nostro campionato inizierà da lì”.

Ma a dirla tutta andiamo controcorrente: i rossoblù hanno davvero disputato la loro miglior partita stagionale, questo risulta essere un autentico dato di fatto, incontrovertibile. Peccato che, però, la prestazione sia ugualmente nettamente inferiore agli standard del campionato di Serie A. E questo mette tristezza. Si, perché a conti fatti qualcosina si è vista: 22 tiri (8 nello specchio della porta), un possesso palla discreto pari al 48% ed altri piccoli segnali – ad intermittenza – di una discreta intensità di gioco. E poi? Semplicemente il Cagliari accellera, sfrutta le nostre conclamate amnesie difensive, pesca dal cilindro jolly come il tiro di Di Gennaro, fa due gol e regola la partita con il minimo sforzo, portando a casa tre punti fondamentali per la salvezza. Veramente, tutto qui.

Ed il Crotone? Stiamo crescendo. Già me lo immagino Nicola mentre dice che vede la luce in fondo al tunnel: soltanto lui sa quale, però. Già me lo immagino Vrenna dire che ci salveremo sicuramente ed il campionato del Crotone inizia dalla prossima giornata: è risaputo che la squadra tecnicamente più scarsa del torneo può permettersi di sprecare e buttare, letteralmente, sette giornate per poi iniziare a rincorrere il proprio obiettivo. Certo, è una tattica: è riuscito l’anno scorso alla Juventus, vuoi che non riesca a noi?

Commento a caldo: il livello tecnico della rosa è tristemente lampante, quello organizzativo lo è ancor di più. Ormai ci si stanca anche a ripetere, settimana dopo settimana, sempre le solite cose. Definire incoraggiante la sconfitta di Cagliari significa essere miopi sognatori; signori, svegliamoci: siamo la squadra più scarsa del campionato e dopo sette giornate abbiamo un solo punto. Se ci attacchiamo al giocar bene oppure al vedere in una situazione come questa segnali positivi conditi da una prestazione incoraggiante, probabilmente con una mentalità del genere sarà una chimera raggiungere la doppia cifra. Sono catastrofista? No, semplicemente non mi faccio illusioni: una squadra che si deve salvare deve fare punti: le belle prestazioni – dove sarebbero, poi… – lasciano il tempo che trovano, ciò che resta è sempre quel singolo e solitario punto in classifica.

Simone Gentile

Simone Gentile

<p>Sono l’amministratore di questo portale e curo tutto ciò che riguarda la programmazione. Da sempre ho la passione per il calcio ed il Crotone: per questo motivo ho scelto di aprire Kroton Page, affinché potessi condividere questo grande amore con tutti voi lettori.</p>